E' stato il primo a credere nel futuro del club, con quel rinnovo firmato ai tempi di Mirabelli e Fassone. Poi gli è stata consegnata la fascia da capitano ed è cresciuto, a pari passo con la squadra, fino a prendersela: Alessio Romagnoli è il simbolo di questo Milan. Tanto che ieri, dopo la vittoria per 3-0 con l'Empoli, in cui non è mai andato in affanno contro gli attaccanti di Iachini, Gennaro Gattuso ha deciso di blindarlo, ulteriormente, con le parole.

'NON HA PREZZO' - "Non faccio nessun prezzo, se no poi arriva qualcuno e me lo porta via​.Non vale niente, è scarso ed è giusto che stia con noi (risata, ndr). Sono stato anche massacrato per averlo fatto capitano. La fascia l'ha responsabilizzato, ha grandi margini di miglioramento". Parole importanti quelle dell'allenatore rossonero, uno che la fascia da capitano del Milan l'ha indossata, uno che ha scritto pagine importanti con la maglia rossonera addosso. Parole che fanno eco a quelle di Paolo Maldini dopo la vittoria con l'Atalanta: "​Giocatore silenzioso, io a 23 anni non ero pronto per avere la fascia al braccio, a quell'età facevo fatica a trasmettere certe cose". L'aristocrazia del Milan che elogia il nuovo capitano, il passato rossonero che annuisce al simbolo del presente. 

LA MAGLIA AL TIFOSO - Perfetto in campo, perfetto fuori. Dopo aver salutato la Curva Sud, un giovane tifoso è entrato di corso sul prato di San Siro per andare dal suo idolo Romagnoli. Dopo un attimo di sorpresa, il 13 rossonero ha allontanato gli steward che stavano per intervenire, in ritardo, ha abbracciato il ragazzo regalandogli la sua maglietta. Blindato dalla dirigenza, amato dai tifosi. E il futuro? 
PREMIER E JUVE - Il Chelsea ci ha provato in passato e continua a monitorarlo (anche se il mercato bloccato dalla Fifa complica i piani), il Manchester United osserva, la Juventus non lo perde d'occhio. Ma il Milan lo ritiene incedibile: ha respinto gli assalti inglesi quando i tempi erano più bui, è pronto a respingerne ancora. Per andare avanti con il proprio capitano, scelto per il dopo Bonucci. E per continuare a crescere insieme. 

@AngeTaglieri88