Sognava un esordio così. Davanti al suo pubblico, la prima in carriera in Champions League e subito una doppietta in meno di 45 minuti. Michael Krmencik difficilmente dimenticherà la prima nella massima competizione europea per club. "Ero teso, ma quando ho sentito l’inno della Champions, ho avuto i brividi. È stata una sensazione bellissima; ti dà tanta energia e carica". L’attaccante classe 1993 del Viktoria Plzen non ci ha messo molto a sbloccarsi: prima una rete di destro e poi una girata al volo con il sinistro, che hanno portato la formazione ceca avanti 2-0 contro il CSKA Mosca.

CHE ESORDIO! - Coetaneo di Mauro Icardi, Krmencik è riuscito a fare addirittura meglio del capitano nerazzurro, autore di una rete all’esordio contro il Tottenham. Grazie alla doppietta, il ceco è stato inoltre inserito nella Top 11 del primo turno di Champions, in coppia con Leo Messi. Una prima indimenticabile per il 25enne, che già a partire dalla sfida di martedì contro la Roma vuole confermarsi. LA SFIDA A SCHICK E DZEKO - Dall’altra parte ci saranno Patrik Schick, partner d’attacco di Krmencik in occasione delle ultime sfide della nazionale ceca, e quell’Edin Dzeko arrivato da perfetto sconosciuto in Repubblica Ceca - esattamente a Teplice, 130 chilometri a nord di Plzen - ed esploso proprio in 1.Liga, prima di passare al Wolfsburg. L’attaccante del Viktoria, 7 reti in 17 presenze con la maglia della nazionale, vuole ripetersi e sogna di vestire i panni di protagonista all’Olimpico, rubando la scena proprio ai suoi avversari. Qualcuno in patria lo ha accostato proprio al bosniaco, per il grande lavoro per la squadra e la freddezza in area di rigore. Cresciuto nel settore giovanile del Plzen, dopo alcuni anni in giro in prestito in Repubblica Ceca, il classe ’93 è riuscito a guadagnarsi un posto in prima squadra, raccogliendo un ottimo bottino: 47 reti in 92 presenze con la maglia rossoblù tra tutte le competizioni.

LA SAMP E NON SOLO… - Nonostante qualche dubbio a inizio carriera per una struttura fisica importante, forse troppo, Krmencik ha confermato di essere un attaccante di assoluto livello. Non a caso, in estate la Sampdoria ha effettuato più di un sondaggio dopo l’addio di Duvan Zapata, passato all'Atalanta. Il calciatore è stato però dichiarato incedibile dal Viktoria Plzen; il club ceco è stato inamovibile anche di fronte agli interessamenti di alcuni club di Premier League, e soprattutto l’offerta del Bordeaux, che il 31 agosto ha messo sul piatto 7 milioni più bonus, per quella che poteva diventare la terza cessione più onerosa nella storia del calcio in Repubblica Ceca (alle spalle di Rosicky e Dockal). La società di Sadek ha dimostrato di credere molto nel suo attaccante, che ha subito ripagato la fiducia con due reti in Champions. E chissà che già martedì l’inno della Champions non possa dargli nuovamente la carica giusta per tornare al gol…