La Juventus vince, magari non convince, ma mette tre punti fondamentali in cascina per alleggerire la tensione del campo e permettere al direttore sportivo Fabio Paratici di concentrarsi su un mercato che dovrà dare ancora tante tantissime risposte. Sì perché quella che sta per iniziare sarà una settimana fondamentale per tutte le cessioni che stanno bloccando il mercato bianconero e che, nonostante le dichiarazioni di facciata, sono in cima alla lista delle priorità del club anche in ottica bilancio.

RUGANI - Il caso più eclatante è ovviamente quello legato a Daniele Rugani. Il difensore centrale non è stato convocato per la sfida contro il Parma ed è stato per tutta la settimana al centro di una trattativa serrata contro la Roma.  Un affare che invece si è arenato, con l'alternativa Nkoulou (ha chiesto la cessione ed è finito in tribuna in Torino-Sassuolo) che sta prendendo sempre più piede. E ora, che anche il Monaco ha preso un rinforzo nel reparto Rugani potrebbe ritrovare (per la sua felicità) nuovamente bloccato in bianconero. DA MANDZUKIC A EMRE CAN - Rugani ma non solo, perché l'elenco dei giocatori in esubero in casa Juve continua ad essere ricco. Se Higuain (titolare col Parma) sembra sempre più vicino ad essere confermato, così non è per Mario Mandzukic. La pista tedesca per la punta croata si è affievolita, resta viva quella che porta al Barcellona, ma occhio anche al Paris Saint Germain che ha perso per infortunio sia Cavani che Mbappé e alle prese col caso Neymar. Con Barcellona e PSG, inoltre, c'è anche la possibilità di imbastire uno scambio con Emre Can, sceso nelle gerarchie di Sarri e diventato 'sacrificabile'.

IL CASO DYBALA - Oltre a quello di Rugani, infine, ha ripreso vigore anche il caso Paulo Dybala, convocato, ma rimasto in panchina per 90 minuti contro il Parma. Attorno a lui, dopo la chiusura del mercato in Premier League, si è alzata una nebbia difficile da diradare. Lui vorrebbe restare, il PSG senza cedere Neymar difficilmente riuscirà ad offrirgli un contratto e alla fine per la Juventus, l'unica pista che potrebbe rimanere aperta resta quella, mai presa in considerazione, di uno scambio con l'Inter per Icardi. Wanda ha confermato che Maurito vuole restare, ma l'opzione Juve resta quella più credibile.